Pagine

domenica 6 luglio 2014

sabato 14 giugno 2014

domenica 4 maggio 2014

giovedì 1 maggio 2014

domenica 27 aprile 2014

Sun

Sperimentazioni di post produzione con colori caldi sfruttando la temperatura colore. 
Immagini semplici realizzate con Canon 135  F2 L per sfruttarne lo sfuocato cremoso.
Un ringraziamento speciale a Laila che si è prestata come modella e a Paolo per un inizio di nuova collaborazione.

















mercoledì 16 aprile 2014

Fuji XE2 portraiture settings

Dopo varie prove di ripresa, sono giunto alla conclusione che le migliori impostazioni per la fotografia di ritratto e budoir a luce ambiente, usando il bianco e nero, siano le seguenti:
DR 100
HTone 0
STone -1
NR -1
Sharp -1
L'immagine, pur mantenendo una eccellente nitidezza, appare più morbida, i bordi sono meno netti, spigolosi  e "metallici"; mi sembra di percepire un equilibrio più armonioso nel passaggio tonale grazie e una lieve apertura nelle ombre che non intacca il dettaglio e non aumenta la grana.

mercoledì 19 marzo 2014

domenica 16 marzo 2014

Sono le 10 di una domenica qualunque

Quando i pensieri si impadroniscono della mia mente, sono sempre spinto a passeggiare in riva al mio mare.
Il mare d'inverno è la cosa che più mi rilassa, grigio, cupo, solitario come me. Nessun rumore estraneo, nessuno schiamazzo di gente ammassata sulle spiagge che fa bella mostra di se e irride a questo gigante che sa essere amico ma al tempo stesso nemico di chi lo affronta senza rispetto.
Solo lo sciabordio delle onde che si infrangono sugli scogli, il canto dei gabbiani che volano bassi, un senso di immensità e di pace.
Si alternano tutte le tonalità di colore, il grigio, il ciano, il bianco delle onde e dei gabbiani, il nero delle nuvole e degli scogli, il verde smeraldo di parti d'acqua illuminate da un pallido sole che filtra tra le nuvole.
Ti devi limitare a guardarlo, ad ascoltarlo, a trovare in lui quella risposta che cerchi dentro di te.










venerdì 28 febbraio 2014

Fuji XE2

Il passaggio alla Fuji X-E2 è stato un bel salto. La macchina è molto più reattiva in autofocus, il sensore mostra piccoli ma importanti miglioramenti soprattutto per quanto attiene al contenimento delle alte luci e alla leggibilità dei dettagli nelle ombre.
Oggi ho deciso di usare solo la Fuji in un servizio glamour e la scelta è stata azzeccata, non ho avuto alcun rimpianto nel non aver utilizzato la reflex.
A parte la innegabile comodità in termini di dimensioni e peso, ho realizzato il servizio utilizzando il 35 e il tanto bistrattato 18 ( chissà perché? A me piace da morire).
L'autofocus non ha avuto alcun problema, forse un po lento ad agganciare nelle zone con poca luce e poco contrastate, ma tutto superabilissimo; in situazioni di forte controluce mi ha stupito, riuscendo ad agganciare il soggetto proprio come volevo io.
Altra nota positiva la nitidezza. Soprattutto il 35 (equivalente di un 50 su reflex ff) da 1,4 a 2 è incredibilmente più nitido e dettagliato del 50 1,4 Canon che utilizzo abitualmente (si il 50 è la mia ottica preferita in assoluto). Pensate a diaframmi più chiusi...
Non voglio esagerare, ma una nitidezza così la ottengo solo con l'85 o il 135 canon
Lasciando perdere Leica e Zeiss, credo che il 35 1,4 Fuji sia attualmente il miglior 50 in circolazione.
Veniamo alla tenuta di alte luci ed ombre: la mia modella di oggi era di colore, per cui tutti sappiamo quanto bisogna stare attenti nell'esposizione....mi ha stupito positivamente soprattutto la quantità di dettagli e il basso rumore nelle ombre.
Ho utilizzato file raw, poi demosaicizzati ed aperti con Photo Ninja che, attualmente, credo sia il miglior convertitore di file Raf...Lightroom che non riesce a tirare fuori i dettagli che il sensore x-trans memorizza, creando solo un gran pastone stile acquarello.
In conclusione la tecnologia di questa mirrorless mi fa riflettere...secondo corpo macchina rispetto alla mia datata Canon 5d mark 2? Proprio non so se possa considerarsi seconda, diciamo solo una sorella più piccola ed entusiasta.